Total Pageviews

There was an error in this gadget

Wednesday, November 11, 2009

Mozambico: Guebuza vince!


È ufficiale: il Frelimo, partito al potere dal 1975, ha ora la capacità di modificare la costituzione del paese. Il voto del 28 ottobre si è chiuso con una vittoria schiacciante della squadra di governo, che ha incassato oltre due terzi dei seggi in parlamento. Deludente la performance del nuovo partito di opposizione fondato da Daviz Simango: appena 8 seggi.

Una pioggia di voti per il presidente uscente del Mozambico, Armando Guebuza, confermato e rafforzato nel suo secondo mandato presidenziale. Alle elezioni che si sono svolte lo scorso 28 ottobre, Guebuza ha incassato il 75,46% delle preferenze, oltre 10 punti percentuale in più rispetto alle elezioni del 2004. Secondo i dati diffusi oggi dalla Commissione elettorale indipendente, il suo Fronte di Liberazione del Mozambico (Frelimo), è riuscito ad ottenere 191 deputati su 250, più di due terzi dei seggi in parlamento. Si tratta di una vittoria schiacciante.

Lo storico partito di opposizione, la Resistenza Nazionale Mozambicana (Renamo), avrebbe ottenuto 51 seggi. Deludente il risultato del Movimento Democratico del Mozambico (Mdm), la nuova formazione formata dai fuoriusciti del Renamo e fondata da Daviz Simango, sindaco di Beira, seconda città del paese. Il Mdm avrebbe ottenuto appena 8 seggi, attingendo pe rlo più da tutti i partiti di opposizione.

Con questa vittoria, Guebuza e il suo partito si assicurano così la possibilità di poter modificare la costituzione in modo del tutto autonomo.

Molti i riflettori puntati sul paese: queste sono state infatti le quarte elezioni multipartitiche, dopo la fine di un devastante conflitto civile, durato 17 anni e concluso nel 1992.

Quest'anno, per la prima volta la classe politica del paese affrontava un elettorato giovane, che non aveva assistito agli orrori della guerra civile. Proprio per questo il "bagno di consenso" del Frelimo sorprende ancora di più.

Il gruppo di osservatori internazionali, aveva elogiato il comportamento generale delle autorità. Nelle prime dichiarazioni informali, gli osservatori della Comunità per lo sviluppo dell'Africa Australe, avevano descritto le elezioni in Mozambico, come un «vero riflesso della volontà del popolo». Una sola critica è stata rivolta, invece, alla Commissione elettorale, accusata di una certa mancanza di trasparenza, per l'esclusione, alla vigilia del voto, dei candidati del Renamo da alucne circoscrizioni elettorali.

Ismail Ali Farah

No comments: