Total Pageviews

There was an error in this gadget

Monday, September 20, 2010

Il Magistero di Benedetto XVI: Il mondo della ragione ed il mondo della fede – il...

Il Magistero di Benedetto XVI: Il mondo della ragione ed il mondo della fede – il...: "VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE NEL REGNO UNITO (16 - 19 SETTEMBRE 2010): LO SPECIALE DEL BLOG DISCORSI ED OMELIE DEL SANTO PADRE NEL R..."

Monday, September 13, 2010

África, ¿a quién le interesa?

Vescovo ha detto Christophe Munzihirwa (nella foto), Arcivescovo di Bukavu, in Congo, che certe cose guardare bene solo da coloro che hanno occhi pieni di lacrime. Questo vescovo fu assassinato nel 1996 per essere stato sino alla fine accanto al passato, vittime della guerra nei Grandi Laghi, denunciando gli interessi economici che hanno causato e continuano a causare questa guerra per saccheggiare le vaste risorse di questo territorio ricco .
  
Quelle lacrime offuscato le sessioni del Sinodo africano in diverse occasioni. Il 7 ottobre, monsignor Mario Rusengo, anche l'Arcivescovo di Bukavu, lasciando Roma verso la Repubblica Democratica del Congo di continuare ad accompagnare i fedeli nel dramma della guerra travolge la regione. Quel giorno, con le lacrime agli occhi ha denunciato uno dei molti attacchi terribili che la comunità cristiana ha dovuto soffrire.Denunciato come una delle loro chiese erano state bruciate, come i loro sacerdoti erano stati rapiti e come il suo popolo dovette fuggire di nuovo al centro delle pallottole, terrorizzato, umiliato e affamato.
Noi non ci stancheremo di ripetere che l'Africa non è povero, ma impoverito, che l'Africa non muore, ma ci stanno uccidendo. L'Africa è ricca, molto ricca di minerali, legname, energia, pesca, prodotti agricoli, e si potrebbe continuare. Ma l'Africa è stato rapinato e saccheggiato secoli, ma mai come oggi è stato così attraverso meccanismi perversi, strutture di peccato benedetto dal potente della terra e sotto il silenzio del mondo ricco bastardo impassibile guardare da un'altra parte, mentre gode il bottino.
L'Africa è di essere ucciso dalla fame poiché le esportazioni di prodotti alimentari a nord, qui. In Burkina Faso, la stagione 2008-2009 ha previsto un raccolto record di cereali. Tuttavia, i prezzi sono aumentati: 50kg di riso costo 17 • nel luglio 2008 e 33 • (quasi il doppio) alla fine dell'anno. I prezzi non li mise Burkinabe agricoltori, ma i mercati azionari nelle mani di grandi consorzi di cibo. Gli agricoltori, le loro famiglie soffrono la fame. Otto milioni di persone (la metà della popolazione) sono trasferite. In Africa, stiamo morendo di fame.
oro africano
L'Africa ha più della metà riserve auree del mondo: 34 dei 53 paesi africani hanno questo minerale. Con la spettacolare ascesa dei prezzi dell'oro, le multinazionali stanno accelerando lo sfruttamento delle miniere in Africa. Le grandi aziende condividono l'bottino: AngloGold (Sud Africa), Barrick Gold (Canada), Newmont Mining (USA), Bouygues (Francia). Tutti sono globalizzati, cioè, al di là delle rigide normative giuridici e ambientali nel nord.
Il FMI e la Banca Mondiale costretto molti paesi africani, in nome dei piani di aggiustamento strutturale, a modificare la legislazione per dare voce a grandi imprese a scapito delle piccole società nazionali. Infatti, la stessa BM (corso promuove lo sviluppo dei paesi africani) è il principale investitore in miniere d'oro e offre un finanziamento a un pugno di multinazionali.
Oro d'Africa non rimane in Africa, lo sappiamo, attraverso i suoi confini senza problemi.Gli acquirenti principali sono le banche d'oro africano: Royal Bank of Canada, J. P.Morgan, Union de Banques Suisses o la banca francese Société Générale. Sia per gli azionisti e per le grandi banche, l'industria oro è uno degli investimenti più redditizi.
Una scommessa sicura in tempi di crisi.
Queste aziende minerarie sono le regine apertamente rubare il minerale, ma lasciano una scia di terra sterile, devastato e sfruttato. Queste aziende impostare le regole e le condizioni: la schiavitù e lo sfruttamento selvaggio sono tutti i giorni per la loro minatori.
Il Mali è il terzo più grande produttore di oro in Africa (dopo il Sud Africa e Ghana). Lì, eccessivamente vantaggiose condizioni previste per l'oro multinazionale, l'incapacità di imposta e la debolezza dello Stato di controllare la produzione, l'esportazione e gli effetti dell'inquinamento ambientale in questo settore, come riconosciuto dalla Direzione di Geologia e delle miniere, ha fatto la ricchezza di questo paese ha arricchito non solo in Mali, ma ha ulteriormente impoverito il paese produce oro 610m • un anno, ma il tempo è dei più poveri al mondo (classifica 174 nel mondo). Mentre le imprese che operano in oro nelle mani del gruppo francese Bouygues), sono arricchiti con il prezzo del metallo, lasciando unico governo del paese per il 35% delle imprese che genera un proprio Mali.
Le condizioni di funzionamento delle imprese francesi sono d'oro selvatici, come in altri paesi africani. I suoi minatori (bambini e adulti) vivono in un regime di sfruttamento selvaggio: il mancato pagamento dei premi, ingiusto licenziamento, le vessazioni dei leader sindacali, falsificazione di contratti di lavoro, straordinari e congedo non retribuito, infortuni sul lavoro ignorato dalla cadenze infernali azienda, i lavoratori che lavorano 12 ore al giorno, sei giorni alla settimana sono la realtà quotidiana dei minatori.
Pertanto, lo sciopero scoppiò nel 2005 nella miniera di Morila: Le nostre donne a volte partoriscono in casa. I lavoratori di lasciare la propria anima in luogo di incidenti dovuti alla mancanza di evacuazione con l'ambulanza. Il direttore amministrativo e finanziario nega che l'azienda presa in carico dei malati e muoiono attaccanti più tardi esclamò combattere i ribelli in Morila. 530 minatori sono stati respinti Morila brutalmente. Qual era il suo crimine? partecipano a uno sciopero per chiedere il rispetto dei loro diritti.Anche alcuni rimangono ancora in prigione (e in una prigione africana ...).
Con un linguaggio forte, forte e coraggioso il Messaggio finale del Sinodo riflette la vita di un viaggio attraverso il continente dolore. Metti i nomi delle vittime, ed i responsabili, senza essere stantio o vittime, né le menzogne diffuse dai media del mondo, o per smussare le parole. Guarda Africa vedere tutto nella luce della fede. Più e più volte insiste sulla responsabilità di tutti, sia per atto o omissione. Siamo tutti responsabili qua e là, denunciando il livello politico locale, con gli interessi stranieri: l'Africa è ricca di risorse umane e naturali, ma molti nella nostra città alle prese con povertà e miseria, guerre e conflitti tra crisi e caos. Molto raramente questo è causato da calamità naturali.È piuttosto dovuto in larga misura, a decisioni e delle azioni umane di persone che non hanno riguardo per il bene comune, e questo spesso a causa della tragica complicità e cospirazione criminale tra i funzionari locali e interessi stranieri.

La corruzione, qua e là
Vediamo cosa questa tragica complicità e cospirazione criminale tra i funzionari locali e interessi stranieri in alcuni casi specifici:
Un candidato per le prossime elezioni in Burkina Faso è Zéphirin Diabré. Questo uomo è stato Vice Direttore Generale del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo e consigliere economico attuale Presidente Compaoré (quello che ha assassinato Sankara). Ora presiede la sezione per l'Africa e il Medio Oriente della multinazionale francese Areva, leader mondiale nel settore nucleare civile, e porta 40 anni semina fame, lo sfruttamento e la morte nel nord del Niger.
Nel marzo dello scorso anno, Maria Teresa Fernandez de la Vega ha visitato ufficialmente Gambia di consegnare direttamente al Marina di più materiale di sorveglianza delle frontiere del Gambia, che si lega alle quali siamo già espressi e il mantenimento dal 2007. A De la Vega non si cura di essere una dittatura alla guida del Gambia pur adempiendo il suo obbligo di fermare il traffico di barche che lancio dalle sue spiagge alle isole di migliaia di immigrati o di gettare gli africani all'inferno il deserto.

  
La Spagna è un foglio di Teodoro Obiang, uno dei più grandi tiranni africani tenere i cittadini come schiavi a vostra disposizione.
  
Egli governò dal 1994 Yahya Jammeh, un dittatore che ha preso il potere attraverso un colpo di stato. Un dittatore che ha un esercito, la polizia e il cosiddetto National Intelligence Agency (gruppo paramilitare) che ha combattuto elementi scomodi: detenzioni illegali, torture, processi iniqui, le sparizioni e le esecuzioni sommarie sono all'ordine del giorno. Con queste forze armate e impresentabile per i dieci anni passati, la Croce Rossa sta lavorando a un programma di integrazione del diritto umanitario internazionale nel settore della formazione militare di gambiani. Questo accordo è stato ratificato nel mese di settembre. Nello stesso mese, il presidente ha annunciato in televisione che letteralmente avrebbero ucciso chiunque volesse destabilizzare il paese. Bene, con questo stronzo, la Spagna ha un rapporto meraviglioso quadro del piano per l'Africa e il mandato UE. Nel novembre del Consiglio dei Ministri ha approvato per essere uno dei pochi paesi che hanno collaborato con il dittatore. Allo stesso modo, la Spagna continuerà ad essere il campione della Guinea equatoriale per l'UE. La Spagna è un foglio di Teodoro Obiang, uno dei più grandi tiranni africani tenere i cittadini come schiavi a vostra disposizione, e il paese come una proprietà privata di saccheggiare senza dover rendere conto a nessuno. L'attuale governo ha ucciso non meno del 10% della popolazione, ed una quantità indeterminata è scomparso o è illegalmente imprigionati senza processo. Un paese dove c'è libertà. Ma non dimenticate che la nostra preferita, Guinea Equatoriale, produce 400.000 barili di petrolio (Repsol ha ottenuto i diritti per operare un blocco, il C-1). Questo è il modello di democrazia che la Spagna sostiene nelle sedi internazionali.
In questo contesto le parole del messaggio non potrebbe essere altro: Qualunque sia l'interferenza di interessi stranieri, vi è sempre tragica e vergognosa collusione dei leader locali: politici che tradiscono e di sprecare le loro nazioni, uomini d'affari corrotti che sono in collusione con multinazionali rapaci, commercianti e trafficanti d'armi in Africa che hanno fatto la loro fortuna nel commercio delle armi leggere hanno causato la distruzione di vite umane, così come gli agenti locali delle organizzazioni internazionali che sono pagati per diffondere letali ideologie che si non credere. La conseguenza negativa di tutto ciò è in vista del mondo: povertà, miseria e malattia, i profughi dentro e fuori il paese e all'estero, in cerca di pascoli più verdi conduce alla fuga di cervelli, l'immigrazione clandestina e traffico di esseri umani , guerre e spargimento di sangue, spesso su ordinazione, l'atrocità dei bambini soldato e indicibile violenza contro le donne. Come si può essere orgogliosi di una tale norma sul caos? Che dire il nostro senso tradizionale africana della vergogna? Questo Sinodo proclama in modo chiaro e forte: è giunto il momento di cambiare questi comportamenti per il bene delle generazioni presenti e future.
Debito Demon
Impossibile capire cosa accade nel continente, senza tener conto di tutta la comunità internazionale, che ha fatto un forte richiamo. Un invito particolare, il percorso di assistenza o di sostegno, una chiamata che va alla radice e chiedendo dignità e giustizia esigente.
Molto si è sentito parlare del debito, ed è vero, abbiamo rubato soldi africani apertamente costringere i loro governi a ridurre o eliminare gli elementi di salute o l'istruzione. Ma noi non si stancano di perseguire ulteriormente il delitto è e la scia di vittime che lascia lungo tutto il territorio africano per molti anni. In Etiopia, come in quasi tutti i paesi africani, migliaia di famiglie hanno a piedi tre o quattro ore al giorno per soddisfare i loro vecchi barattoli di liquido marrone denso e malsano, in quel lavare, lavarsi e cucinare, a circa cinque litri di acqua al giorno, come speso ogni volta che tirare la catena. Prima hanno mangiato due volte al giorno, adesso lo fa solo un pomeriggio. Ma l'Etiopia esportazioni di elettricità verso il Sudan, mentre le razioni per la sua famiglia. scambio straniero abbia bisogno di pagare il debito pesante. Holet aumento enorme nelle serre dove si coltivano i fiori per l'esportazione, un business che produce 100M $ all'anno. Per queste società in India, Regno Unito, Paesi Bassi o in Germania, non vi è carenza d'acqua o di energia elettrica. Il vostro business è una priorità nazionale.

L'11 ottobre, il cardinale Bernard Agre, Arcivescovo emerito di Abidjan (Costa d'Avorio), ha parlato con il valore finanziario di questi assassini: i leader ... sono caduti nella trappola di quegli uomini e quelle donne che hanno avviato chiamano 'gli assassini finanziario', sciacalli agenzie condito sostenuta finanziariamente dai mercati sleale, che mirano ad arricchire le istituzioni finanziarie internazionali, abilmente sostenuto da loro Stati o di altre organizzazioni sommerso nella congiura del silenzio e le bugie ... Gli utili stupefacente va al assassini finanziari, di alcune potenti multinazionali e nazionali, che fornisce la copertura per i negoziatori stranieri ... in tal modo, la maggior parte delle nazioni ancora impantanata nella povertà ... I paesi beneficiari sono le ipoteche loro risorse naturali. La gente, per generazioni, sono prigionieri incatenati per diversi anni ...Per ripagare questi debiti inesauribile, sempre minaccioso, come la spada di Damocle sul capo del servizio del debito degli Stati '' bilancia pesa nello stato, nell'ordine del 40-50% del prodotto interno lordo ... Ammanettato in questo modo, il paese respirava con difficoltà, si deve stringere la cinghia a investimenti, le spese per l'istruzione, la salute e lo sviluppo, in generale ... Il debito nazionale è presentato come una malattia specialisti di linea, degna dei tribunali per giudicare i crimini contro l'umanità ... Gli specialisti sanno che per anni, la maggior parte dei debiti sono effettivamente rimborsati.Semplicemente rimuovere non è un atto di carità ma di giustizia.
Paesi africani hanno già pagato il suo debito otto volte e, nonostante questo, il sistema demoniaco, che ora sono ancora più indebitati di 20 anni fa. Ma la regola è reinventarsi su se stesso per ottenere fino all'ultima goccia di sangue degli africani. Sono lì per dimostrare i fondi avvoltoio cosiddetto.
I fondi avvoltoio cosiddetti hedge fund che hanno operato per anni. Un acquisti ente finanziario di un debito del creditore pubblico o privato, che paga un paese africano, ha acquistato un molto inferiore al totale. Nel corso del tempo, questa organizzazione sostiene di debito totale del paese africano più gli interessi. Se questo paese non può rimborsare è dedotto dalle vendite o commerciali, compresa l'assistenza ufficiale allo sviluppo di qualsiasi altro paese nel mondo!. Questo sistema male è legale. Alcuni esempi: L'Unione Sportiva Fondo Kensington International (con sede nelle Isole Cayman) l'acquisto del debito del Congo. Come Congo non paga, la società richiede 10,3 M • che il Belgio aveva concesso un prestito in Congo sarà dato a lui. Il giudice in ultima analisi, gli dava il diritto a Bruxelles nel maggio 2007. Kensington International Funds e internazionale Walzer debito Congo acquistato, il pari prima a 120 milioni di dollari e il secondo per $ 56M. Sia gli Stati Uniti stanno spingendo per rimanere con il petrolio congolese che arriva nelle mani di società del Nord Africa SNCP (National Oil Company del Congo). Il primo ha già raggiunto il sequestro di un carico di greggio del valore di $ 39M.
Africa da tempo chiede un cambiamento nell'ordine economico mondiale, in termini di strutture ingiuste cumulativo imposto.
 
Continua quindi Sinodo Messaggio: Per le grandi potenze di questo mondo andrà un appello: provare l'Africa con rispetto e dignità. Africa da tempo chiede un cambiamento nell'ordine economico mondiale, in termini di strutture ingiuste cumulativo imposto. Le recenti turbolenze del mondo finanziario dimostra la necessità di un cambiamento radicale delle regole. Ma sarebbe una tragedia se le modifiche sono state fatte solo nell'interesse dei ricchi e ancora una volta a scapito dei poveri. Molti dei conflitti, guerre e povertà in Africa sono derivati principalmente da tali strutture ingiuste. Un nuovo e giusto ordine mondiale non solo è possibile ma necessario per il bene di tutta l'umanità.Un cambiamento è richiesto sul debito dei paesi poveri, che sta letteralmente uccidendo i bambini. Le società multinazionali devono fermare la devastazione criminale dell'ambiente per lo sfruttamento avido di risorse naturali. E 'una politica miope di incoraggiare guerre per ottenere alcuni facili guadagni dal caos a spese di vite umane e di sangue. E 'possibile che nessuno sia in grado di interrompere, e vogliono fare, questi crimini contro l'umanità?
Sono nostri fratelli
Come risultato del forte apparato repressivo-militare e SIVE Frontex, l'arrivo di canoe sulle nostre coste è diminuito, Evangelizzazione e analisi della realtà, ma senza decessi sono diminuiti. L'unica cosa che è cambiata è il modo in cui muoiono prima di morire annegato a proposito, ora muoiono di fame e di sete nel deserto. Gli africani sono stati costretti a cambiare le loro rotte, non venite da mare, ora hanno percorso migliaia di chilometri, tra i paesi, la guerra e l'inferno del deserto. E 'molto difficile sapere chi e dove sono i morti: le cifre variano notevolmente, da coloro che affermano che muoiono sulla strada 15 di 100 africani che intraprendono il percorso di chi dice che la cifra è molto più alto che il 95 su 100 fallire. Io dico che è così difficile vivere nella loro terra che avrebbero preferito morire cercando di raggiungere l'Europa, ha un padre bianco che accoglie gli affamati in Gao, in Mali.
E quando riescono ad arrivare, qui li usiamo come una merce, come il lavoro usa e getta. Tutto legale, molto legale, perché è la nostra e le nostre leggi sull'immigrazione trattati di cooperazione pomposa con i paesi del nord, a guardia della porta e ci offrono la merce di cui abbiamo bisogno. Compila il nostro sesso bordelli schiavi circondato da luci colorate sulle strade di Spagna. L'inferno per chi è andato lungo.
Mons. Giovanni Innocenzo Martinelli, Vicario Apostolico di Tripoli (Libia) ha denunciato al Sinodo: come l'Europa si comporta con le persone colpite da questo fenomeno non era né civile né cristiani sono nostri fratelli!
E il messaggio finale continua su questa linea: molti figli e figlie d'Africa hanno lasciato le loro case per trovare alloggio in altri continenti. Molti di loro sono buoni e validi contributo allo sviluppo del loro nuovo paese di residenza. Altri lottano per sopravvivere.Siamo tutti a istruire adeguata cura pastorale della Chiesa, Famiglia di Dio, ovunque si trovino. "Era un forestiero e mi avete accolto" (Mt 25,35), non è solo una parabola sulla fine del mondo, ma anche un dovere che deve essere soddisfatta. 
 
Autore: Ester Moleón
Fonte: solidarietà

Saturday, September 11, 2010

África, ¿a quién le interesa?

Vescovo ha detto Christophe Munzihirwa (nella foto), Arcivescovo di Bukavu, in Congo, che certe cose guardare bene solo da coloro che hanno occhi pieni di lacrime. Questo vescovo fu assassinato nel 1996 per essere stato sino alla fine accanto al passato, vittime della guerra nei Grandi Laghi, denunciando gli interessi economici che hanno causato e continuano a causare questa guerra per saccheggiare le vaste risorse di questo territorio ricco .
  
Quelle lacrime offuscato le sessioni del Sinodo africano in diverse occasioni. Il 7 ottobre, monsignor Mario Rusengo, anche l'Arcivescovo di Bukavu, lasciando Roma verso la Repubblica Democratica del Congo di continuare ad accompagnare i fedeli nel dramma della guerra travolge la regione. Quel giorno, con le lacrime agli occhi ha denunciato uno dei molti attacchi terribili che la comunità cristiana ha dovuto soffrire.Denunciato come una delle loro chiese erano state bruciate, come i loro sacerdoti erano stati rapiti e come il suo popolo dovette fuggire di nuovo al centro delle pallottole, terrorizzato, umiliato e affamato.
Noi non ci stancheremo di ripetere che l'Africa non è povero, ma impoverito, che l'Africa non muore, ma ci stanno uccidendo. L'Africa è ricca, molto ricca di minerali, legname, energia, pesca, prodotti agricoli, e si potrebbe continuare. Ma l'Africa è stato rapinato e saccheggiato secoli, ma mai come oggi è stato così attraverso meccanismi perversi, strutture di peccato benedetto dal potente della terra e sotto il silenzio del mondo ricco bastardo impassibile guardare da un'altra parte, mentre gode il bottino.
L'Africa è di essere ucciso dalla fame poiché le esportazioni di prodotti alimentari a nord, qui. In Burkina Faso, la stagione 2008-2009 ha previsto un raccolto record di cereali. Tuttavia, i prezzi sono aumentati: 50kg di riso costo 17 • nel luglio 2008 e 33 • (quasi il doppio) alla fine dell'anno. I prezzi non li mise Burkinabe agricoltori, ma i mercati azionari nelle mani di grandi consorzi di cibo. Gli agricoltori, le loro famiglie soffrono la fame. Otto milioni di persone (la metà della popolazione) sono trasferite. In Africa, stiamo morendo di fame.
oro africano
L'Africa ha più della metà riserve auree del mondo: 34 dei 53 paesi africani hanno questo minerale. Con la spettacolare ascesa dei prezzi dell'oro, le multinazionali stanno accelerando lo sfruttamento delle miniere in Africa. Le grandi aziende condividono l'bottino: AngloGold (Sud Africa), Barrick Gold (Canada), Newmont Mining (USA), Bouygues (Francia). Tutti sono globalizzati, cioè, al di là delle rigide normative giuridici e ambientali nel nord.
Il FMI e la Banca Mondiale costretto molti paesi africani, in nome dei piani di aggiustamento strutturale, a modificare la legislazione per dare voce a grandi imprese a scapito delle piccole società nazionali. Infatti, la stessa BM (corso promuove lo sviluppo dei paesi africani) è il principale investitore in miniere d'oro e offre un finanziamento a un pugno di multinazionali.
Oro d'Africa non rimane in Africa, lo sappiamo, attraverso i suoi confini senza problemi.Gli acquirenti principali sono le banche d'oro africano: Royal Bank of Canada, J. P.Morgan, Union de Banques Suisses o la banca francese Société Générale. Sia per gli azionisti e per le grandi banche, l'industria oro è uno degli investimenti più redditizi.
Una scommessa sicura in tempi di crisi.
Queste aziende minerarie sono le regine apertamente rubare il minerale, ma lasciano una scia di terra sterile, devastato e sfruttato. Queste aziende impostare le regole e le condizioni: la schiavitù e lo sfruttamento selvaggio sono tutti i giorni per la loro minatori.
Il Mali è il terzo più grande produttore di oro in Africa (dopo il Sud Africa e Ghana). Lì, eccessivamente vantaggiose condizioni previste per l'oro multinazionale, l'incapacità di imposta e la debolezza dello Stato di controllare la produzione, l'esportazione e gli effetti dell'inquinamento ambientale in questo settore, come riconosciuto dalla Direzione di Geologia e delle miniere, ha fatto la ricchezza di questo paese ha arricchito non solo in Mali, ma ha ulteriormente impoverito il paese produce oro 610m • un anno, ma il tempo è dei più poveri al mondo (classifica 174 nel mondo). Mentre le imprese che operano in oro nelle mani del gruppo francese Bouygues), sono arricchiti con il prezzo del metallo, lasciando unico governo del paese per il 35% delle imprese che genera un proprio Mali.
Le condizioni di funzionamento delle imprese francesi sono d'oro selvatici, come in altri paesi africani. I suoi minatori (bambini e adulti) vivono in un regime di sfruttamento selvaggio: il mancato pagamento dei premi, ingiusto licenziamento, le vessazioni dei leader sindacali, falsificazione di contratti di lavoro, straordinari e congedo non retribuito, infortuni sul lavoro ignorato dalla cadenze infernali azienda, i lavoratori che lavorano 12 ore al giorno, sei giorni alla settimana sono la realtà quotidiana dei minatori.
Pertanto, lo sciopero scoppiò nel 2005 nella miniera di Morila: Le nostre donne a volte partoriscono in casa. I lavoratori di lasciare la propria anima in luogo di incidenti dovuti alla mancanza di evacuazione con l'ambulanza. Il direttore amministrativo e finanziario nega che l'azienda presa in carico dei malati e muoiono attaccanti più tardi esclamò combattere i ribelli in Morila. 530 minatori sono stati respinti Morila brutalmente. Qual era il suo crimine? partecipano a uno sciopero per chiedere il rispetto dei loro diritti.Anche alcuni rimangono ancora in prigione (e in una prigione africana ...).
Con un linguaggio forte, forte e coraggioso il Messaggio finale del Sinodo riflette la vita di un viaggio attraverso il continente dolore. Metti i nomi delle vittime, ed i responsabili, senza essere stantio o vittime, né le menzogne diffuse dai media del mondo, o per smussare le parole. Guarda Africa vedere tutto nella luce della fede. Più e più volte insiste sulla responsabilità di tutti, sia per atto o omissione. Siamo tutti responsabili qua e là, denunciando il livello politico locale, con gli interessi stranieri: l'Africa è ricca di risorse umane e naturali, ma molti nella nostra città alle prese con povertà e miseria, guerre e conflitti tra crisi e caos. Molto raramente questo è causato da calamità naturali.È piuttosto dovuto in larga misura, a decisioni e delle azioni umane di persone che non hanno riguardo per il bene comune, e questo spesso a causa della tragica complicità e cospirazione criminale tra i funzionari locali e interessi stranieri.

La corruzione, qua e là
Vediamo cosa questa tragica complicità e cospirazione criminale tra i funzionari locali e interessi stranieri in alcuni casi specifici:
Un candidato per le prossime elezioni in Burkina Faso è Zéphirin Diabré. Questo uomo è stato Vice Direttore Generale del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo e consigliere economico attuale Presidente Compaoré (quello che ha assassinato Sankara). Ora presiede la sezione per l'Africa e il Medio Oriente della multinazionale francese Areva, leader mondiale nel settore nucleare civile, e porta 40 anni semina fame, lo sfruttamento e la morte nel nord del Niger.
Nel marzo dello scorso anno, Maria Teresa Fernandez de la Vega ha visitato ufficialmente Gambia di consegnare direttamente al Marina di più materiale di sorveglianza delle frontiere del Gambia, che si lega alle quali siamo già espressi e il mantenimento dal 2007. A De la Vega non si cura di essere una dittatura alla guida del Gambia pur adempiendo il suo obbligo di fermare il traffico di barche che lancio dalle sue spiagge alle isole di migliaia di immigrati o di gettare gli africani all'inferno il deserto.

  
La Spagna è un foglio di Teodoro Obiang, uno dei più grandi tiranni africani tenere i cittadini come schiavi a vostra disposizione.
  
Egli governò dal 1994 Yahya Jammeh, un dittatore che ha preso il potere attraverso un colpo di stato. Un dittatore che ha un esercito, la polizia e il cosiddetto National Intelligence Agency (gruppo paramilitare) che ha combattuto elementi scomodi: detenzioni illegali, torture, processi iniqui, le sparizioni e le esecuzioni sommarie sono all'ordine del giorno. Con queste forze armate e impresentabile per i dieci anni passati, la Croce Rossa sta lavorando a un programma di integrazione del diritto umanitario internazionale nel settore della formazione militare di gambiani. Questo accordo è stato ratificato nel mese di settembre. Nello stesso mese, il presidente ha annunciato in televisione che letteralmente avrebbero ucciso chiunque volesse destabilizzare il paese. Bene, con questo stronzo, la Spagna ha un rapporto meraviglioso quadro del piano per l'Africa e il mandato UE. Nel novembre del Consiglio dei Ministri ha approvato per essere uno dei pochi paesi che hanno collaborato con il dittatore. Allo stesso modo, la Spagna continuerà ad essere il campione della Guinea equatoriale per l'UE. La Spagna è un foglio di Teodoro Obiang, uno dei più grandi tiranni africani tenere i cittadini come schiavi a vostra disposizione, e il paese come una proprietà privata di saccheggiare senza dover rendere conto a nessuno. L'attuale governo ha ucciso non meno del 10% della popolazione, ed una quantità indeterminata è scomparso o è illegalmente imprigionati senza processo. Un paese dove c'è libertà. Ma non dimenticate che la nostra preferita, Guinea Equatoriale, produce 400.000 barili di petrolio (Repsol ha ottenuto i diritti per operare un blocco, il C-1). Questo è il modello di democrazia che la Spagna sostiene nelle sedi internazionali.
In questo contesto le parole del messaggio non potrebbe essere altro: Qualunque sia l'interferenza di interessi stranieri, vi è sempre tragica e vergognosa collusione dei leader locali: politici che tradiscono e di sprecare le loro nazioni, uomini d'affari corrotti che sono in collusione con multinazionali rapaci, commercianti e trafficanti d'armi in Africa che hanno fatto la loro fortuna nel commercio delle armi leggere hanno causato la distruzione di vite umane, così come gli agenti locali delle organizzazioni internazionali che sono pagati per diffondere letali ideologie che si non credere. La conseguenza negativa di tutto ciò è in vista del mondo: povertà, miseria e malattia, i profughi dentro e fuori il paese e all'estero, in cerca di pascoli più verdi conduce alla fuga di cervelli, l'immigrazione clandestina e traffico di esseri umani , guerre e spargimento di sangue, spesso su ordinazione, l'atrocità dei bambini soldato e indicibile violenza contro le donne. Come si può essere orgogliosi di una tale norma sul caos? Che dire il nostro senso tradizionale africana della vergogna? Questo Sinodo proclama in modo chiaro e forte: è giunto il momento di cambiare questi comportamenti per il bene delle generazioni presenti e future.
Debito Demon
Impossibile capire cosa accade nel continente, senza tener conto di tutta la comunità internazionale, che ha fatto un forte richiamo. Un invito particolare, il percorso di assistenza o di sostegno, una chiamata che va alla radice e chiedendo dignità e giustizia esigente.
Molto si è sentito parlare del debito, ed è vero, abbiamo rubato soldi africani apertamente costringere i loro governi a ridurre o eliminare gli elementi di salute o l'istruzione. Ma noi non si stancano di perseguire ulteriormente il delitto è e la scia di vittime che lascia lungo tutto il territorio africano per molti anni. In Etiopia, come in quasi tutti i paesi africani, migliaia di famiglie hanno a piedi tre o quattro ore al giorno per soddisfare i loro vecchi barattoli di liquido marrone denso e malsano, in quel lavare, lavarsi e cucinare, a circa cinque litri di acqua al giorno, come speso ogni volta che tirare la catena. Prima hanno mangiato due volte al giorno, adesso lo fa solo un pomeriggio. Ma l'Etiopia esportazioni di elettricità verso il Sudan, mentre le razioni per la sua famiglia. scambio straniero abbia bisogno di pagare il debito pesante. Holet aumento enorme nelle serre dove si coltivano i fiori per l'esportazione, un business che produce 100M $ all'anno. Per queste società in India, Regno Unito, Paesi Bassi o in Germania, non vi è carenza d'acqua o di energia elettrica. Il vostro business è una priorità nazionale.

L'11 ottobre, il cardinale Bernard Agre, Arcivescovo emerito di Abidjan (Costa d'Avorio), ha parlato con il valore finanziario di questi assassini: i leader ... sono caduti nella trappola di quegli uomini e quelle donne che hanno avviato chiamano 'gli assassini finanziario', sciacalli agenzie condito sostenuta finanziariamente dai mercati sleale, che mirano ad arricchire le istituzioni finanziarie internazionali, abilmente sostenuto da loro Stati o di altre organizzazioni sommerso nella congiura del silenzio e le bugie ... Gli utili stupefacente va al assassini finanziari, di alcune potenti multinazionali e nazionali, che fornisce la copertura per i negoziatori stranieri ... in tal modo, la maggior parte delle nazioni ancora impantanata nella povertà ... I paesi beneficiari sono le ipoteche loro risorse naturali. La gente, per generazioni, sono prigionieri incatenati per diversi anni ...Per ripagare questi debiti inesauribile, sempre minaccioso, come la spada di Damocle sul capo del servizio del debito degli Stati '' bilancia pesa nello stato, nell'ordine del 40-50% del prodotto interno lordo ... Ammanettato in questo modo, il paese respirava con difficoltà, si deve stringere la cinghia a investimenti, le spese per l'istruzione, la salute e lo sviluppo, in generale ... Il debito nazionale è presentato come una malattia specialisti di linea, degna dei tribunali per giudicare i crimini contro l'umanità ... Gli specialisti sanno che per anni, la maggior parte dei debiti sono effettivamente rimborsati.Semplicemente rimuovere non è un atto di carità ma di giustizia.
Paesi africani hanno già pagato il suo debito otto volte e, nonostante questo, il sistema demoniaco, che ora sono ancora più indebitati di 20 anni fa. Ma la regola è reinventarsi su se stesso per ottenere fino all'ultima goccia di sangue degli africani. Sono lì per dimostrare i fondi avvoltoio cosiddetto.
I fondi avvoltoio cosiddetti hedge fund che hanno operato per anni. Un acquisti ente finanziario di un debito del creditore pubblico o privato, che paga un paese africano, ha acquistato un molto inferiore al totale. Nel corso del tempo, questa organizzazione sostiene di debito totale del paese africano più gli interessi. Se questo paese non può rimborsare è dedotto dalle vendite o commerciali, compresa l'assistenza ufficiale allo sviluppo di qualsiasi altro paese nel mondo!. Questo sistema male è legale. Alcuni esempi: L'Unione Sportiva Fondo Kensington International (con sede nelle Isole Cayman) l'acquisto del debito del Congo. Come Congo non paga, la società richiede 10,3 M • che il Belgio aveva concesso un prestito in Congo sarà dato a lui. Il giudice in ultima analisi, gli dava il diritto a Bruxelles nel maggio 2007. Kensington International Funds e internazionale Walzer debito Congo acquistato, il pari prima a 120 milioni di dollari e il secondo per $ 56M. Sia gli Stati Uniti stanno spingendo per rimanere con il petrolio congolese che arriva nelle mani di società del Nord Africa SNCP (National Oil Company del Congo). Il primo ha già raggiunto il sequestro di un carico di greggio del valore di $ 39M.
Africa da tempo chiede un cambiamento nell'ordine economico mondiale, in termini di strutture ingiuste cumulativo imposto.

Continua quindi Sinodo Messaggio: Per le grandi potenze di questo mondo andrà un appello: provare l'Africa con rispetto e dignità. Africa da tempo chiede un cambiamento nell'ordine economico mondiale, in termini di strutture ingiuste cumulativo imposto. Le recenti turbolenze del mondo finanziario dimostra la necessità di un cambiamento radicale delle regole. Ma sarebbe una tragedia se le modifiche sono state fatte solo nell'interesse dei ricchi e ancora una volta a scapito dei poveri. Molti dei conflitti, guerre e povertà in Africa sono derivati principalmente da tali strutture ingiuste. Un nuovo e giusto ordine mondiale non solo è possibile ma necessario per il bene di tutta l'umanità.Un cambiamento è richiesto sul debito dei paesi poveri, che sta letteralmente uccidendo i bambini. Le società multinazionali devono fermare la devastazione criminale dell'ambiente per lo sfruttamento avido di risorse naturali. E 'una politica miope di incoraggiare guerre per ottenere alcuni facili guadagni dal caos a spese di vite umane e di sangue. E 'possibile che nessuno sia in grado di interrompere, e vogliono fare, questi crimini contro l'umanità?
Sono nostri fratelli
Come risultato del forte apparato repressivo-militare e SIVE Frontex, l'arrivo di canoe sulle nostre coste è diminuito, Evangelizzazione e analisi della realtà, ma senza decessi sono diminuiti. L'unica cosa che è cambiata è il modo in cui muoiono prima di morire annegato a proposito, ora muoiono di fame e di sete nel deserto. Gli africani sono stati costretti a cambiare le loro rotte, non venite da mare, ora hanno percorso migliaia di chilometri, tra i paesi, la guerra e l'inferno del deserto. E 'molto difficile sapere chi e dove sono i morti: le cifre variano notevolmente, da coloro che affermano che muoiono sulla strada 15 di 100 africani che intraprendono il percorso di chi dice che la cifra è molto più alto che il 95 su 100 fallire. Io dico che è così difficile vivere nella loro terra che avrebbero preferito morire cercando di raggiungere l'Europa, ha un padre bianco che accoglie gli affamati in Gao, in Mali.
E quando riescono ad arrivare, qui li usiamo come una merce, come il lavoro usa e getta. Tutto legale, molto legale, perché è la nostra e le nostre leggi sull'immigrazione trattati di cooperazione pomposa con i paesi del nord, a guardia della porta e ci offrono la merce di cui abbiamo bisogno. Compila il nostro sesso bordelli schiavi circondato da luci colorate sulle strade di Spagna. L'inferno per chi è andato lungo.
Mons. Giovanni Innocenzo Martinelli, Vicario Apostolico di Tripoli (Libia) ha denunciato al Sinodo: come l'Europa si comporta con le persone colpite da questo fenomeno non era né civile né cristiani sono nostri fratelli!
E il messaggio finale continua su questa linea: molti figli e figlie d'Africa hanno lasciato le loro case per trovare alloggio in altri continenti. Molti di loro sono buoni e validi contributo allo sviluppo del loro nuovo paese di residenza. Altri lottano per sopravvivere.Siamo tutti a istruire adeguata cura pastorale della Chiesa, Famiglia di Dio, ovunque si trovino. "Era un forestiero e mi avete accolto" (Mt 25,35), non è solo una parabola sulla fine del mondo, ma anche un dovere che deve essere soddisfatta. 

Autore: Ester Moleón
Fonte: solidarietà